Skip to content

News

IL PARTO PREMATURO

InformAmi
IL PARTO PREMATURO

Perchè un bambino nasce prematuro?  Il parto prematuro è sicuro? Come fare per prevenire e trattare la prematurità? Anna Franca Cavaliere, direttore della UOC di Ginecologia e Ostetricia risponde a queste importanti domande.

Nell’anno 2021 sono nati 90 bambini prematuri all’Ospedale Santo Stefano di Prato. Alcuni di questi erano molto prematuri. Per ognuno di questi casi il team della ginecologia e ostetricia ha condiviso con le mamme tutte le strategie per “guadagnare” tempo gestazionale, attuando terapie opportune affinché quel bimbo restasse in utero una settimana in più o, talora, qualche giorno in più, giorno utile per indurre e favorire la maturazione dei polmoni fetali.

Cosa comporta il parto al di sotto della 37a settimana di gravidanza? Avere un figlio prematuro significa ritrovarsi “genitori prematuri”, significa avere paura che le settimane di gestazione non siano state sufficienti a garantire che lui o lei respiri da solo, significa accudirlo in una incubatrice nell’attesa che stia bene e torni a casa il prima possibile.

Vi sono parti che avvengono perché inizia prematuramente un travaglio inarrestabile ma vi sono nascite prima del termine che devono essere espletate per i rischi materni e/o fetali che comporterebbe proseguire la gravidanza stessa.

Ogni ginecologo e ogni neonatologo sa bene quanta preoccupazione e responsabilità vi è nel decidere che quel bimbo deve nascere prematuro! Questa giornata ci ricorda che noi ginecologi e ostetriche abbiamo un obiettivo gestazionale che sia garanzia di attuare tutto quanto possibile per evitare la prematurità.

Cosa fare allora? La prevenzione del parto prematuro inizia da prima del concepimento e prosegue durante la gravidanza: fumo di sigarette, alcol, abuso di sostanze, comportamenti alimentari scorretti, sono alcuni dei fattori che aumentano il rischio di nascita prematura. L’individuazione in gravidanza di condizioni e/o fattori di rischio – come le infezioni contratte in gravidanza tra cui SARS-CoV2- deve comportare una opportuna prevenzione e/o correzione. Il punto nascita vede il team ginecologico e ostetrico e neonato logico ogni settimana accettare e trattare gestanti che presentano rischio o minaccia di parto prematuro e ogni giorno affronta la sfida di “guadagnare tempo”, un tempo prezioso per la salute del nascituro, una sfida importante che spesso funziona grazie anche all’alleanza terapeutica con la futura mamma.
Guarda il video