Skip to content

Dona Ora

UN AIUTO CONCRETO PER LE MAMME E I BAMBINI di PRATO

Dona ora e aiutaci a migliorare l’accoglienza, le cure e le attrezzature dell’Area Materno Infantile di Prato.

Grazie all’aiuto dei singoli, la Fondazione AMI può migliorare la qualità della vita di mamme e bambini attraverso servizi di assistenza e cura ai fini della gravidanza, del parto e della pediatria.

Scegli l’importo della tua donazione anche un piccolo gesto è un grande aiuto per noi

    SCEGLI QUANTO DONARE

    SCEGLI IL PROGETTO

    INSERISCI I TUOI DATI






    Metodi di donazione alternativi

    Conto Corrente Postale: 5740415 c/c per bollettino postale. IBAN: IT 09 Y 07601 02800 000005740415 intestato a Fondazione AMI Prato Onlus

    Conto Corrente Bancario: per bonifico bancario IT 80 J030 6921 5311 0000 0005 960 Banca Intesa San Paolo, Prato (PO) intestato a Fondazione AMI Prato Onlus

    Contanti o assegno: La sede operativa si trova presso il Nuovo Ospedale di Prato in via Suor Niccolina Infermiera 20

    Agevolazioni fiscali privati

    Le agevolazioni fiscali per la donazione da parte di un privato si può usufruire di:

    Detrazione dall’IRPEF pari al 30% delle erogazioni in denaro fino a €uro 30.000,00 (il limite era del 26% con la normativa precedente).

    Deduzione dal reddito sino al 10% del reddito dichiarato senza più alcun limite massimo (il limite era fissato invece a €70.000 nella normativa precedente).

    Nel caso della deduzione, se il reddito complessivo dichiarato viene decurtato da ulteriori deduzioni in misura tale che la deduzione di cui si avrebbe diritto (per la donazione) non può essere interamente goduta, il donatore può portarsi in deduzione quanto non utilizzato negli anni successivi fino al quarto successivo alla prima dichiarazione.
    (Riferimento: Art 83, comma 1 e 2, D Lgs 117/17)

    Vantaggi fiscali società e enti

    Per le donazioni in denaro e in beni versate da aziende o da enti non commerciali si applica la deducibilità fino ad un massimo del 10% del reddito complessivo dichiarato, senza più limiti assoluti (che erano invece previsti dalla normativa precedente).

    Nel caso in cui il reddito complessivo dichiarato venga decurtato da ulteriori deduzioni in misura tale che la deduzione di cui si avrebbe diritto (per la donazione) non può essere interamente goduta, l’azienda donatrice può portarsi in deduzione quanto non utilizzato negli anni successivi fino al quarto successivo alla prima dichiarazione.
    (Riferimento: Art 83, comma 1 e 2, D Lgs 117/17)

    Le donazioni in denaro sono deducibili solo se erogate con mezzi di pagamento tracciabili (Assegno, Bonifico bancario, Bollettino postale, Bancomat o Carta di Credito), NO contanti.