Skip to content

News

Conad dona all’Ospedale di Prato 53.600 euro Con la campagna “Unisciti a Noi”

Emergenza Covid-19
Conad dona all’Ospedale di Prato 53.600 euro  Con la campagna “Unisciti a Noi”

Conad Nord Ovest ha consegnato alla Fondazione AMI Prato i fondi raccolti grazie all’iniziativa solidale “Unisciti a Noi” per supportare l’emergenza sanitaria. La somma è stata destinata all’acquisto di alcune importanti attrezzature, tra cui una centrifuga multiuso per il laboratorio analisi dell’Ospedale di Prato.

Con i fondi raccolti di “Unisciti a Noi”, la campagna solidale di Conad Nord Ovest, dei suoi Soci e collaboratori che in poco meno di un mese, grazie anche alla generosità di oltre 6.000 clienti, ha permesso di raccogliere su Prato e provincia 53.600 euro.

La consegna è avvenuta questa mattina all’Ospedale Santo Stefano di Prato alla presenza di Claudio Sarti, Presidente Fondazione AMI, Elettra Pellegrino della Direzione Sanitaria dell’Ospedale di Prato e di una rappresentanza dei Soci Conad di Prato e provincia, coinvolti in prima persona, insieme ai collaboratori, nella raccolta fondi lanciata durante l’emergenza da Covid19. I Soci di Prato e Montemurlo che hanno partecipato all’iniziativa solidale sono: Paolo, Tommaso e Fabio Signorini, Francesco, Francesca Fusi e Carla Burzi, Alberto Guarducci, Alessandro Cavallo, Marco Paoletti, Cristiano Bonacchi, Maria Stella Cecchi, Francesco e Federico Tredici.

Grazie alla donazione di Conad la Fondazione ha potuto soddisfare molte richieste degli operatori tutte inerenti alla situazione sanitaria attuale. Oltre alla centrifuga multiuso, arriveranno nei prossimi giorni: 4 monitor per la terapia intensiva, 1 videolaringoscopio per la pediatria ed 1 ecografo ostetrico-ginecologico portatile per il centro salute donna.

“Ringrazio di cuore Ami, sempre al fianco delle nostre attività. Questa donazione – ci tiene a sottolineare Patrizia Casprini – è fondamentale per un laboratorio specializzato come quello di Prato in diagnostica su DNA, RNA o colture cellulari di piccolissime dimensioni. La centrifuga Allegra X-30R è un Dispositivo Medico-Diagnostico in Vitro marcato CE. L’ acquisto è stato indispensabile per fronteggiare l’ attuale emergenza sanitaria, ma sarà utilissimo anche in futuro per le molteplici diagnostiche che il laboratorio offre.

“Attraverso questa iniziativa e gli impegni che ci siamo assunti fin da quando è cominciata l’emergenza, vogliamo confermare in modo concreto e tangibile la nostra vicinanza alle comunità in cui ogni giorno lavoriamo” – dichiarano i Soci Conad coinvolti anche a nome dei collaboratori dei punti di vendita. “Da quando è iniziata la crisi, i punti vendita Conad hanno confermato di rappresentare molto più di un luogo dove fare la spesa. Ci siamo assunti quotidianamente l’impegno di rassicurare i nostri clienti, migliorando i dispositivi di protezione e distanziamento, garantendo servizi puntuali ed un presidio attento” confermano i soci. “Quest’iniziativa è frutto della collaborazione sinergica tra noi soci, la cooperativa Conad Nord Ovest, i collaboratori dei punti di vendita e i nostri clienti che si sono “uniti a noi” in una generosa gara di solidarietà, dimostrando attenzione e sensibilità. Oggi diciamo grazie a loro e a tutti i medici, agli infermieri e a tutto il personale sanitario che lavora e continua a lavorare senza sosta per il bene del Paese. Siamo “Persone, oltre le cose” ed è in momenti come questo che abbiamo il dovere di fare il massimo per la nostra comunità”.

L’iniziativa “Unisciti a noi” in Toscana, ha raccolto complessivamente 726.300 euro destinati a sostenere l’attività di 12 ospedali impegnati sul fronte emergenza sanitaria.

“Un particolare ringraziamento va ai tanti clienti Conad – sottolinea Claudio Sarti – che hanno scelto di sostenere il proprio Ospedale e la propria città, in un momento così difficile.
Conad è un’ azienda ormai vicina da anni alle attività della Fondazione, dimostrandosi sempre molto disponibile e attenta. Da 4 anni Conad sostiene la Fondazione anche con l’iniziativa “Sosteniamo le passioni”. Facendo la spesa con carta insieme entro la fine di luglio i clienti possono richiedere al box informazioni i buoni cuori. Consegnandoli alla fondazione Conad trasforma i buoni in denaro. E’ un gesto che ai clienti non costa nulla, ma per noi fa la differenza, contiamo che i clienti che fino ad oggi si sono mostrati generosi verso l’Ospedale di Prato, possano continuare a farlo anche in questa occasion